La street photography di Vivian Maier in mostra a Roma.

Vivian Maier

Qualche settimana fa sono stata a Roma per lavoro e passeggiando una sera nella zona di Trastevere mi sono trovata sotto gli occhi la mostra fotografica di Vivian Maier. Una sorpresa che mi ha riempito di luce gli occhi: lei, fotografa dalla vita misteriosa che rincorrevo in Italia da tempo, lei che di lavoro faceva la tata senza sapere che sarebbe diventata una delle fotografe più apprezzate al mondo mettendo nei suoi scatti tanta tecnica, come i fotografi professionisti: ombre, geometrie, riflessi, emozioni, dettagli e punti di vista diversi. Lei, che negli anni ’50-’60 se ne andava in giro per le strade di Chicago e New York con la sua Rolleiflex, catturando attimi indiscreti, improvvisi, casuali, nascosti al colpo d’occhio e facendone vere e proprie poesie in bianco e nero.

Vivian Maier

Vivian Maier

Sembra che Vivian Maier scattasse per sè stessa: il suo archivio, confiscato per un mancato pagamento e messo all’asta, fu infatti scoperto per caso solo nel 2007 da John Maloof, scrittore e fotografo, che si è poi occupato di sviluppare i rullini ed archiviare tutte le sue opere regalando – attraverso questa eredità fotografica – un importante contributo al genere della street photography. Nelle fotografie di Vivan Maier ci sono bambini che giocano, scene di vita quotidiana agli angoli delle strade, operai al lavoro, autoritratti riflessi in specchi e vetrine, geometrie, righe e linee ma anche sorrisi, baci e lacrime.

“Non c’è niente di nuovo sotto il sole”, diceva Vivian Maier.  Eppure lei ce lo ha fatto vedere in un modo unico.

Vivian Maier

Io la adoro tantissimo e se capitate a Roma in questo periodo vi suggerisco di non perderla: aperta fino al 18 Giugno 2017, si tiene presso il Museo di Roma in Trastevere ed espone 120 fotografie, inclusa una piccola serie a colori. Per maggiori informazioni su orari e giorni di apertura: www.museodiromaintrastevere.it .

Vivian Maier, una fotografa ritrovata: per chi ama la street photography e il bianco e nero ma anche per chi osserva la realtà con occhi curiosi, attenti ed un po’ di ironia, come faceva lei.

Fatemi sapere poi che ne pensate!

cristina82t

Fiorentina. Scorpione ascendente Leone. Tre tatuaggi. Soffro di mal d'Asia. Curiosa, determinata e appassionata del mondo, amo scoprirlo insieme alla mia macchina fotografica con viaggi itineranti, possibilmente auto organizzati.

Related Posts
Chiang Mai
Acitrezza

Discussion about this post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *