La Valle di Vinales, un’altra faccia di Cuba.

Casette di Vinales

L’ultimo pezzo di strada che porta a Vinales arrivando dall’Avana è un tratto tutto curve che scende verso una vallata verde: lo scenario sugli imponenti mogotes si apre quasi all’improvviso dopo un tornante più ampio e per quanta natura si possa aver visto nella vita, per un attimo lascia senza fiato.

Valle di Vinales

Valle di Vinales

Fuori dal finestrino scorre un’aria più fresca e senza dubbio più pulita rispetto a quella delle strade dell’Avana. La Valle di Vinales, dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO, è un’area dove il verde si estende a perdita d’occhio: si vedono i caratteristici mogotes, ma anche le immancabili palme reali dal tronco bianco, la terra rossa delle piantagioni di canna da zucchero e di tabacco, casette basse colorate con le sedie a dondolo accanto alla porta di ingresso. L’atmosfera e il silenzio di questa tranquilla campagna è un’altra faccia di Cuba. Una faccia che non mi aspettavo. Sono passata dalla vita rumorosa dell’Avana al silenzio di questa valle: per queste strade si incontrano quasi più cavalli che macchine.

Arrivando a Vinales

Arrivando a Vinales

Vinales

Vinales

Vinales

Entrando a Vinales la percezione cambia: a differenza della campagna circostante questo piccolo villaggio fatto di appena quattro strade intersecate tra loro, appare molto meno genuino. L’impressione è che di originale Vinales abbia mantenuto ben poco: tutti hanno trasformato la loro casetta in una casa particular e tra le solite quattro strade si trovano solo alloggi e alcuni ristoranti per gli stranieri che passano di qua. Niente di più, davvero. E’ per la sua posizione che Vinales è un’ottima base per fare escursioni nella zona, entrata negli ultimi anni nel giro battuto dal turismo: vita rurale tra fattorie e capanne, trekking ed escursioni in bicicletta, passeggiata a cavallo tra piantagioni di caffè e cave naturali, mare caraibico della costa vicina…c’è qualcosa per tutti ma bisogna selezionare bene l’offerta (e tener suerte!) per non trovarsi ad esperienze eccessivamente costruite per il turismo di massa che possono deludere un po’. Serena, con cui proprio a Vinales ho avuto il piacere di condividere una cena e qualche riflessione su ciò che a volte crea il turismo, ha espresso bene sul suo blog la percezione che si può avere in posti come questo.

La piazza di Vinales

Il mio tempo a Vinales è stato breve ma intenso: mezza giornata a cavallo e una giornata a Cayo Levisa, un piccolo isolotto facilmente raggiungibile da Vinales di cui vi ho già raccontato qui. Forse un giorno in più sarebbe stato utile per andare oltre le attività classiche e conoscere qualcosa di più di questa vallata definita da molti un paradiso naturale ma a me è bastato un solo pomeriggio a cavallo tra piantagioni di tabacco, Flamboyant e campi di fiori viola per portare Vinales nel cuore.

pianta di caffè

pianta di caffè

Da questi frutti viene prodotto il caffè

Da questi frutti viene prodotto il caffè

Vinales

E’ stata una di quelle esperienze speciali a strettissimo contatto con la natura, di quelle che per me restano per sempre: con il silenzio di sottofondo, con il cielo al tramonto, con l’emozione di essermi fidata di Mojito, il mio bravo e dolce cavallo, anche nel buio completo, sotto l’unica luce della luna.

Io e Mojito

Io e Mojito

 

Tramonto nella piantagioni di tabacco intorno a Vinales.

Tramonto nella piantagioni di tabacco intorno a Vinales.

PS. Se foste interessati ad un’escursione a cavallo scrivetemi! Posso darvi il contatto telefonico di Richel, il ragazzo che ci ha accompagnati durante il nostro giro privato a cavallo. In cambio vi chiedo solo di portare i miei saluti, ovviamente anche a Mojito!

cristina82t

Fiorentina. Scorpione ascendente Leone. Tre tatuaggi. Soffro di mal d'Asia. Curiosa, determinata e appassionata del mondo, amo scoprirlo insieme alla mia macchina fotografica con viaggi itineranti, possibilmente auto organizzati.

Related Posts
Habana

Discussion about this post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *