Traveldreams 2017: più a ovest, più a nord (con riserve ad est).

Centro Habana

Sono in ritardo lo so, ma sono stata completamente risucchiata dal primo viaggio di questo anno: Cuba non è mai stata ai vertici delle mie wishlist ma appena ho messo piede a L’Avana, mi sono resa conto che avrei vissuto uno dei miei traveldreams più belli.

Sono in ritardo perchè questo anno è iniziato in viaggio, su un’isola circondata da un mare caraibico di cui spesso mi sono dimenticata, talmente affascinata da tutto il resto. Poi c’è stato il rientro, scombussolato da nuove consapevolezze e riempito da racconti agli amici e fotografie da riordinare, da pensieri su cosa raccontarvi di questo viaggio….seguire l’ordine dei giorni o il flusso di emozioni che mi ha lasciato?

E adesso, questa cubanidad che non mi molla…Màs Cuba, por favor!

Centro Habana

Ho già svelato alcune mete durante la mia intervista su Fotografia Moderna, ma seguendo ogni anno l’iniziativa delle mie amiche viaggiatrici Manuela, Lucia e Farah, ormai è tradizione anche per me stilare la lista delle mete nel cassetto, poi il destino farà la sua parte, come sempre.

Non sto ancora programmando concretamente il prossimo viaggio – per ora mi godo gli strascichi intensi di Cuba – però ho ben chiare le direzioni verso cui andare prossimamente anche perchè i venti del 2016 mi hanno portato ancora in Asia lasciando in sospeso i traveldreams dell’anno scorso (a parte la Sicilia che, ad un’ora di volo da Firenze, è sempre facile da raggiungere!).

TRAVELDREAMS 2017  [più a ovest e più a nord, ma c’è anche l’Asia ovviamente]. 

Vorrei che questo anno riuscisse a portarmi oltre, verso aree geografiche del mondo che per me sono ancora del tutto inesplorate: più a ovest e più a nord quindi, ma ci metto anche un paio di riserve a est che soffrendo il mal d’Asia, non si sa mai.

SPINGERSI AL NORD, soprattutto nel nostro continente, tra la natura dell’Islanda e il design di Stoccolma. Prima l’una e poi l’altra, oppure insieme, d’estate. Non so perchè ma questi paesi nordici mi danno un gran senso di libertà e di purezza; avrei molta voglia di stare a contatto con gli spazi vasti e silenziosi dell’Islanda, disintossicarmi da questa freneticità quotidiana. (Stare senza wifi a Cuba ha i suoi effetti…!). 

islanda

SPINGERSI AD OVEST, verso l’America del Sud, precisamente in Argentina. Ho pronto un bel giro del nord, compresi le cascate Iguazù e l’ Uruguay, e sogno Buenos Aires, tra un tango in strada, mercati dell’antiquariato e conversazioni scambiate in spagnolo con un accento meraviglioso. Ma anche la Patagonia è una terra da esplorare solo che per vedere tutto ci vorrebbe un mese intero, forse la possibilità di andarci durante il nostro inverno e anche un bel budget. Avete suggerimenti per cosa vedere una prima volta in questo paese?

Screenshot_2017-02-02-13-31-09-1

NELLA NOSTRA ITALIA: rincorro la città di Matera e le montagne della mia vita, le Dolomiti tra Sesto e San Candido, nella bellissima Val Pusteria, dove vorrei tornare da tempo per riaccendere ricordi di anni e godermi la pace delle montagne. Non chiedo altro.

Clay che nuota nel lago di Braies.

Clay che nuota nel lago di Braies.

LE RISERVE IN ASIA: tornare nel mio amato Giappone, lo farei all’istante, per una toccata e fuga a Tokyo, o per un viaggio più lungo alla ricerca di zone fuori dalle grandi città immerse in paesaggi incantati, come Shirakawa-Go che ho scoperto grazie a Patrick e a Cabiria.

tokyo

Tokyo

Abbiamo qualcosa in comune o siete diretti ai poli opposti? Magari ci incontriamo…Raccontatemi, sono curiosa!

cristina82t

Fiorentina. Scorpione ascendente Leone. Tre tatuaggi. Soffro di mal d'Asia. Curiosa, determinata e appassionata del mondo, amo scoprirlo insieme alla mia macchina fotografica con viaggi itineranti, possibilmente auto organizzati.

Related Posts
foto

Discussion about this post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *